Moret: tappeti su misura in cui colore e storia si intrecciano in armonia

Cultura, esperienza e tradizione incontrano la creatività di artisti, designer e architetti per dare vita ad un design che emoziona, a misura di ambiente.

Conosco Deniz e la sua famiglia dai tempi dell'università. Nel loro negozio di Vicenza - Pashà - mi sono avvicinata in punta di piedi all'affascinante mondo dei tappeti, scoprendo un universo fatto di tradizione, cultura e colore.

Ho visto evolvere il negozio di Vicenza e lo showroom di Milano per accogliere artisti, designer e architetti e sviluppare collezioni estremamente raffinate e contemporanee, ma soprattutto su misura.

Moret è tutto questo: una contaminazione di idee, design e tecnologia avanzata che crea tappeti contemporanei pregiati gestendo al suo interno tutta la filiera produttiva.

Negli anni sono rimasta sempre più affascinata dalle collezioni uscite dai loro telai, una continua ricerca di qualità e innovazione che ha coinvolto il mondo del design, della moda e dell'oreficeria.

A partire dagli Happy Carpets disegnati da Aldo Cibic, con il loro giocoso elemento iconografico declinato in raffinatissime nuance di colori, ai tappeti della collezione Cleto Munari and Friends che hanno dimostrato la grande capacità produttiva dell’azienda italiana. In questo progetto Moret ha interpretato la visione di maestri come Lawrence Ferlinghetti, Dario Fo, Cleto Munari, Alessandro Mendini, Ettore Mocchetti, Mario Botta, Sandro Chia, Cleto Munari, Mimmo Paladino, Javier Mariscal sia quella della giovane e poetica Deisa Centazzo, in un caleidoscopio di intensità e bellezza.

E poi la recente collezione Freedom disegnata da Samuela Mazza, una innovativa interazione tra gioiello e tappeto con una catena con finiture preziose inserita nella tessitura. E ancora il tema del bassorilievo di Diego Chilò per la collezione Magic e realizzato attraverso la modulazione delle altezze dei diversi filati.

Per arrivare all'ultima collezione presentata al Salone del Mobile 2017: Twist, disegnata da Matteo Cibic per Moret. Un tappeto di lusso in lana pregiata, seta e placche di ottone.

Nuovi elementi compositivi, uniti alla capacità di interpretare la creatività italiana e farla diventare uno splendido elemento di design.