#ITALIANGESTURES: BIFFI E LE SUE VETRINE INTERATTIVE FIRMATE TIPIC

#italiangestures by TIPIC: vetrine interattive diventano un nuovo modo di raccontare il prodotto con una esperienza immersiva.


In un mondo dove le immagini scorrono veloci e riempiono ogni angolo della nostra quotidianità, è sempre più difficile attirare l'attenzione dei passanti. Coinvolgere le persone attivamente e invitarle a interagire può diventare quindi un potente strumento per trasformare il consueto paradigma delle vetrine, rinnovando il visual merchandising e facendole diventare delle esperienze interattive e immersive.

Tipic - innovativo studio di design multidisciplinare che ha sede a Vicenza - ha reso le vetrine interattive e capaci di raccontare il prodotto con una esperienza giocosa. Con il loro progetto #italiangestures, le tecnologie di controllo gestuale hanno trovato applicazione nel mondo retail, in uno scambio tra passanti e prodotti della Boutique Biffi. E le superfici sono diventate interfaccia sensibili al semplice gesto della mano.

#italiangestures installation / Biffi Boutique

Oggi il design e la tecnologia ci permettono di creare delle installazioni sorprendenti. #italiangestures è una sequenza di installazioni che rispondono ai gesti delle persone, invitando il pubblico a esplorare e interagire con oggetti, spazi e curiosità.

"Abbiamo compreso che il gesto è scoperta, sorpresa e senso di meraviglia. Imita un’idea, una necessità, un desiderio. Con la voce si può comandare e – forse – ricevere una risposta. Con un gesto si è pensiero e azione. Non per comandare, ma per creare un nuovo ordine. Il gesto ama la partecipazione ed è inclusivo, anticipa e rivela un significato allo stesso tempo" (Tommaso Corà - CEO di Tipic)



È ciò che è accaduto durante il Fuorisalone 2017 alle sette grandi vetrine di Biffi Boutique, una boutique storica di Corso Genova a Milano. Il posto perfetto per presentare il progetto #italiangestures alla città. Un luogo - la boutique - dove i gesti hanno un ruolo chiave nella conversazione che si arricchisce continuamente di nuovi elementi.

Tre installazioni cinetiche che interagiscono con i passanti, attivate proprio dai movimenti delle persone grazie alla tecnologia del controllo gestuale. Un nuovo modo di approcciare al prodotto della boutique, interagendo con lo spazio e gli oggetti in modo dinamico.

Una parete dinamica ci segue creando un’onda luminosa. 
Uno specchio flessibile attira la nostra immagine piegandola a seconda di come ci muoviamo. 
Una finestra si apre e ci rivela cosa c’è oltre. 

Il risultato è una giocosa esplorazione interattiva di oggetti e di spazio intorno a noi.

“Siamo stati ispirati dalla tipica abitudine di gesticolare degli italiani. Noi italiani istintivamente parliamo più con gesti che con parole e probabilmente non siamo consapevoli della nostra capacità di arricchiere un discorso con le mani e con i loro complessi movimenti. Volevamo illustrare gli sviluppi della nostra continua ricerca sull’interazione gestuale e quale modo migliore per farlo se non ironizzando sull’abitudine tutta italiana di parlare con le mani”. (Tommaso Corà - CEO di Tipic)







Credits: TIPIC

English version
In an over-exposed world of images it is always more difficult to catch the attention of passing people. Involving people directly and inviting them to interact can be a powerful means to transform the paradigms of the shop window, by renewing them into interactive windows.


Nowadays design and high-tech allow you to create stunning performances behind shop windows. Changing the shopping experience and transforming it into a sort of immersive show is the objective of each installation. This way the costumer is non longer a passive viewer, but he can be involved in the interactive windows play.
That’s what happened at Biffi’s Boutique during Fuorisalone 2017, from 3rd to 10th April 2017. Biffi is an historic Boutique in Corso Genova 6 in Milan, with seven big shop windows. For this reason it was the perfect place for #italiangestures preview during Milan Design Week. Moreover a boutique is a perfect space in which italian gestures play a key role: here the gestural component of the communication continuously enriches the conversation.
#italiangestures

#italiangestures is a research project on gesture control technologies devised by TIPIC, a young strategic design agency. They investigated the language of gestures, the instinct and the curiosity of people through the interactivity of new technologies. During the Design Week those interactive windows attracted unaware passers with their animations. We can call it street performance, or maybe unconvenitonal use of automation technologies.
The project indeed consisted of 3 kinematics installations interacting with the public. They were driven from people’s movements thanks to gesture control technologies. This way people played with objects and space, discovering a new mode to get in touch with a boutique.
Tipic were inspired by the typical Italian gesture habit. Everyone in the world recognize Italians because they speak more with gestures than with words, instinctively. The aim of the installation was to illustrate the developments of their research on gesture interaction in an ironic way towards the very Italian custom to speak with their hands.

The installations were manufactured and setted up by Fusina, while Zamperla developed the gesture control equipments offering its wide know-how.


Colophon


Biffi presents:

#italiangestures, a project by TIPIC
in partnership with ZAMPERLA and FUSINA
Idea, Creative Direction & Project Management: TIPIC
Interaction Design: ZAMPERLA
Installation by: FUSINA
Automation Design: SIGMA MOTION
Engineering Design: 45 ENGINEERING with TIPIC
Press: ALAM PER COMUNICARE
Prints: FERAPPI INDUSTRIA SERIGRAFICA
Texts by: Alessio Alberini
Web: Alberto Speggiorin
Video: Andrea Manticò
Photo by Twinpixelvideo