16 maggio 2016

TEDxVicenza 2016 in pillole, e qualche Tweet!

Oggi è un altro di quei giorni dedicati a me... Maggio mi sta regalando un sacco di "terzi tempi" (come li chiamerebbe Annamaria Anelli), di belle cose da fare solo per me che mi danno la carica. È l'alba e sono in un treno per Milano. Mi aspetta una bella giornata di formazione e soprattutto di incontri.

Sono mesi che non ho il tempo e soprattutto le energie per scrivere...fare la mamma dopo una giornata di lavoro è dura  anche per una naturalmente iperattiva! 
Oggi però la giornata è propizia: ho due ore di treno, e c'è stato il TEDx sabato scorso = ho del tempo e un buon argomento!

TEDx...  ancora mi stupisco di quanta gente ancora non sappia cos'è. Sono così abituata a essere in rete, vedere, ascoltare, comunicare con persone da tutto il mondo che do per scontato che per tutti sia così!
Eppure in molti le scorse settimane mi hanno domandato: "Dov'è che vai sabato?!"

Come spiegare quel mix di entusiasmo, emozione, passione che è un evento Ted? Ci ho provato qui e non cambierei una sola parola. Cambiano gli speaker ma il risultato è sempre lo stesso. 


PLAY.PAUSE.RESTART



Ti rendi conto di aver superato i 30 quando la prima cosa che ti viene in mente è il mangia cassette di quando ero bambina...
Eppure poi ci rifletti, ed il tema è proprio una bella metafora della vita. Vivere significa muoversi, iniziare sempre cose nuove. Ma a volte sei costretto a fermarti, studiare il percorso, lasciar sedimentare per far nascere cose nuove. E alla fine riparti più carico di prima e ti reinventi o semplicemente evolvi perché è il ciclo naturale delle cose.

Ecco.
Lo scorso anno per me è stato una PAUSA. Rientrata dalla maternità subito per fare un lavoro che non mi soddisfava, ho passato mesi a crogiolarmi tra la voglia di cambiare le cose, libri motivazionali e giornate nere.
Il TEDxVicenza 2015 è stato una boccata di ossigeno, emozione e motivazione concentrate in un unico evento.
E poi con l'inizio del 2016 ho premuto RESTART, ingranato la marcia e sono partita! Sono ancora in viaggio, e me lo sto godendo tutto!

Mi sono fatta una promessa: imparare una cosa nuova al giorno ogni giorno. Beh, sabato ho fatto la scorta!

Lo ammetto, sono sempre stata una secchiona e ho preso un sacco di appunti su Twitter e non solo. Ma a cosa servono le idee de non vengono condivise?! 

Ecco qua! IDEAS WORTH SPREADING


Ah, e non dimentichiamo la XBag! Una bella sorpresa ogni anno. Realizzata in carta Ecophilosophy da Alisea piegando un unico foglio come un origami...e poi riempita di gadget!


In perfetto stile re-use ora mi accompagna ogni mattina in ufficio, mentre lo zaino Manfrotto mi segue nelle mie scorribande.

PARENTESI GEEK

E per finire due chicche per i tecno-amanti come me:

1. L'App ufficiale (che ho scaricato per tempo - ça va sans dire!) Con il programma, gli speaker e la possibilità di condividere Tweet e foto con maschere e # già impostati.
Via TEDxVicenza

2. La Xball! Una installazione luminosa interattiva, che si è illuminata ad ogni attività su Twitter e Instagram con gli hashtag ufficiali...il fermento sui social è stato reso visibile, quasi a volerci ricordare che la rete siamo noi che viviamo il mondo reale e decidiamo di condividere pensieri e idee, che poi è la base della filosofia TED.



...cosa si può volere di più?! Che arrivi in fretta TEDxVicenza 2017!

0 commenti:

Posta un commento